salta al contenuto
   a | A | A+ | Contrasto |
SER - Sistema epidemiologico Regione Veneto


Ricerca nel Sito


  






Valid HTML 4.01 Strict

Level-A conformance icon, 
          W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0

Valid CSS

Sei in: Home ´┐Ż Aree Tematiche ╗ Metodologia ╗ Risk adjustment

Risk adjustment

Il problema del confronto tra erogatori sanitari per indicatori di processo od outcome sta assumendo anche nel nostro Paese sempre maggior rilievo. Per ottenere confronti validi è necessario ricorrere a metodiche di risk-adjustment, cioè adottare analisi che tengano conto delle differenze nel profilo clinico dei pazienti trattati dai diversi erogatori.

Un primo passo sta dunque nell'identificare e codificare indicatori di rischio adeguati in relazione all'outcome che si vuole indagare, sia che si parta da database clinici (es., calcolo dell'Euroscore additivo o moltiplicativo in cardiochirurgia), che da archivi amministrativi (es., algoritmo per il calcolo dell'indice di Charlson a partire dai dati SDO).

Un altro problema consiste nella scelta del livello di riferimento (benchmark), che può essere ad esempio costituito da una media regionale o dalle strutture con performance migliore. In parte collegato a questo, c'è poi da considerare la scelta tra le molteplici metodiche statistiche che sono state applicate in questo ambito, scelta che a volte può influenzare i risultati ottenuti.

Lista Documenti allegati:

Relazioni a Convegni Articoli Scientifici

Archivio


Stampa il contenuto della pagina

Privacy | Credits | Accesskey